Esperto di Semalt: come bloccare lo spam di segnalazione che si verifica in Google Analytics

Garantire che Google Analytics sia ottimizzato è l'unico modo per assicurarsi che la campagna di marketing utilizzata da un'azienda o da un individuo sia efficiente e che il sito Web funzioni come previsto. Tuttavia, nel processo di ottimizzazione di Google Analytics, ci sono alcuni aspetti che avranno sicuramente un impatto sul funzionamento dell'analisi. Le segnalazioni di spam sono un fastidio per la maggior parte degli esperti di marketing.

Igor Gamanenko, il Customer Success Manager di Semalt , vorrebbe focalizzare la tua attenzione sul fatto che lo spam di riferimento si presenta tecnicamente in due forme: crawler web spam e traffico di riferimento fantasma:

  • Crawler web spam. La maggior parte sono processi automatizzati che indicizzano un sito Web allo stesso modo di Google. Alcuni come Googlebot rendono nota la loro presenza e quindi esclusi dai rapporti di analisi. Altri che non danno luogo a una frequenza di rimbalzo del 100%
  • Referenze fantasma. Questi inviano false richieste HTTP che hanno il potenziale per creare riferimenti di spam. Si combinano con il traffico legittimo ma non riescono a visitare il sito Web ma contano nel rapporto finale.

Motivi per creare segnalazioni di spam

Le persone possono creare segnalazioni di spam su un sito Web per diversi motivi. Può essere intenzionale o non intenzionale. Uno dei motivi per cui i referral di spam appaiono su un sito web è dovuto alla programmazione pigra. Alcuni programmatori non riescono a completare il codice per il bot, al punto da non riuscire a identificarsi correttamente. Altri sviluppatori non desiderano che i loro robot automatici vengano bloccati dai protocolli impostati da Google. Pertanto, nascondendosi come traffico web legittimo, riescono a raggiungere il sito senza interferenze. Altri sinistri sviluppatori scelgono di utilizzare i riferimenti di spam per ottenere la curiosità degli utenti e installare malware sui loro computer. Poiché questi collegamenti sembrano autentici per gli utenti, non trovano motivo di dubitarne.

Perché sono cattivi?

Per la maggior parte, i riferimenti di spam interferiscono con i dati utilizzati da Google Analytics, presentando quindi rapporti distorti. La loro presenza significa indirizzare il tempo a filtrare le sessioni di spam, che gli esperti di marketing potrebbero altrimenti spendere facendo altri scopi produttivi sul sito. Senza sapere che un sito ospita effettivamente segnalazioni di spam, si potrebbe finire per fare scelte sbagliate che potrebbero influenzare l'ottimizzazione e il posizionamento SEO.

Protezione da segnalazioni di spam

Quando si identifica un possibile problema derivante dal modo in cui Google Analytics produce i suoi rapporti, possono provare a filtrarlo dalle statistiche. Tuttavia, ciò non garantisce che questi domini non si ripetano.

È sorprendentemente facile farlo se si stanno concentrando sulla rimozione del traffico automatico indesiderato. I problemi che interessano il sito Web, quando si tratta di segnalazioni di spam, risiedono nel file ".htaccess". Molti blogger suggeriscono che le persone possono manipolare il file per liberarsi del traffico indesiderato. Tuttavia, è un file molto tecnico e contiene moltissime impostazioni di dominio e reindirizzamenti. Pertanto, fare un semplice errore senza chiarire ciò che si deve fare, può avere effetti dannosi su un sito Web. È consigliabile avere sviluppatori esperti che gestiscono il file in modo sicuro.

Il file .htaccess potrebbe bloccare tutti i crawler e cancellare la loro cronologia dal sito. Tuttavia, i riferimenti fantasma potrebbero richiedere più sforzi. Il segmento avanzato di Google Analytics è utile qui, quando si cerca di eliminare il peggiore di questi riferimenti.